Vai al contenuto

Sono stato licenziato: e adesso?

Sei stato licenziato e non non sai cosa fare?

Segui questi tre consigli e difenditi correttamente!

  1. fai la domanda di naspi. In caso di licenziamento si ha sempre diritto alla naspi. Ricordati quindi entro 68 giorni di presentare la domanda di naspi tramite l’intermediati o anche personalmente tramite la sezione del sito dell’Inps.
  2. ritira sempre la lettera di licenziamento. C’è la credenza che non si debba firmare mai nulla, nemmeno la lettera di licenziamento e che se spedite via raccomandata convenga non ritirarla. In realtà è fondamentale avere copia della lettera di licenziamento perché permette di conoscerne i motivi e quindi potersi difendere. firmare per ricevuta o per presa visione la lettera di licenziamento non pregiudica in alcun modo le proprie difese, perché non sottintende né l’accettazione della stessa né tantomeno la rinuncia all’impugnazione.
  3. impugna sempre il licenziamento. conviene sempre impugnare il licenziamento, almeno stragiudizialemente.

Come? Con una lettera che deve essere sottoscritta dal lavoratore e deve essere trasmessa al datore di lavoro entro 60 giorni dalla data in cui si è ricevuta la lettera di licenziamento. L’invio dell’impugnazione è il presupposto necessario per un eventuale iniziativa difensiva, senza di essa non sarebbe possibile, nei 180 giorni successivi, introdurre un eventuale azione giudiziaria

L’impugnazione del licenziamento si può fare anche personalmente. Se non sai come fare, sul nostro sito trovi un modello di impugnazione del licenziamento che puoi firmare e spedire al tuo datore di lavoro. In alternativa puoi impugnare licenziamento tramite un avvocato del Lavoro che saprà indicarti sia la tutela prevista per il tuo caso specifico sia le possibili strategie difensive.

Avvocato del Lavoro Andrea Mannino

Mi chiamo Andrea Mannino e sono un avvocato specializzato in Diritto del Lavoro

Rivolgiti a me per qualunque problema legato alla sfera lavorativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *