Contattaci

02 2440278

Orario

lun-gio 10 - 13 | 15 - 19 ven 10-13

Email

milano@dirittilavoro.it

Con il DL c.d. "Cura Italia" del 17 marzo 2020, n. 18 l'Esecutivo, per preservare i posti di lavoro naturalmente coinvolti dall' interruzione delle attività economiche a causa della epidemia Covid-19 e dei provvedimenti di lockdown adottati dal Governo, ha sancito il divieto di licenziamento per determinate fattispecie, descritte all'articolo 46, stabilendo che: "A decorrere dalla data di entrata in vigore del presente decreto l'avvio delle procedure di cui agli articoli 4,5 e 24, della Legge 23 luglio 1991, n. 223...

Su proroghe e rinnovi del contratto a termine è intervento il Decreto n. 104/2020 (cd. “Decreto Agosto”), entrato in vigore lo scorso 15 agosto 2020, che ha riscritto nuovamente la disciplina delle condizioni per proroghe e dei rinnovi dei contratti a termine nel contesto dell’emergenza epidemiologica, da un lato, sostituendo la precedente disposizione di riferimento, contenuta nell’art. 93, co. 1, del Decreto Rilancio, dall’altro abrogando la (discutibile) norma sulla proroga automatica di cui all’art. 93, co-1 bis, di tale ultimo...

Un comportamento extralavorativo, come il diverbio con il superiore gerarchico al di fuori dell'orario lavorativo, può costituire giusta causa di licenziamento? Secondo la giurisprudenza si, perchè perchè il dipendente deve astenersi da qualsiasi comportamento atto a pregiudicare l'esecuzione ed il corretto svolgimento di dette disposizioni nel quadro della organizzazione aziendale (v. anche questo articolo interessante sull'utilizzo delle chat). Inoltre, il carattere extralavorativo di un comportamento non ne preclude in via generale la sanzionabilità in sede disciplinare, in quanto gli artt. 2104...

Di seguito per punti le principali novità su contratti a termine e licenziamenti introdotte dal decreto rilancio L'articolo 46 del decreto legge 17 marzo 2020, n. 18, aveva originariamente previsto che, a decorrere dalla data di entrata in vigore del medesimo decreto, e per 60 giorni - ossia da martedì 17 marzo a sabato 16 maggio 2020 - valeva quanto segue: a) era precluso l'avvio delle procedure di cui agli artt. 4, 5 e 24, della legge 23 luglio 1991, n. 223...

Licenziamento ai tempi del coronavirus? Se è oggettivo, fino ad agosto 2020 è vietato (v. anche questo articolo). Il decreto Cura italia (oggi aggiornato dal decreto dignità) prevede: “A decorrere dalla data di entrata in vigore del presente decreto l’avvio delle procedure di cui agli articoli 4, 5 e 24, della Legge 23 luglio 1991, n. 223 è precluso per 5 mesi e nel medesimo periodo sono sospese le procedure pendenti avviate successivamente alla data del 23 febbraio 2020. Sino alla...