Orario

lun-gio 10 - 13 | 15 - 19 ven 10-13

Email

milano@dirittilavoro.it

 

Blog

Sei sei arrivato fin qui è perchè ti stai chiedendo come fare domanda di disoccupazione. Ebbene la domanda per ottenere il sussidio di disoccupazione può essere presentata in tre modalità:• online dal sito web www.inps.it se si è in possesso del PIN dispositivo INPS, oppure di SPID (o CNS o Carta d’identità elettronica);• mediante l’ausilio di un patronato;• attraverso Contact Center Multicanale INPS, chiamando da rete...

Il lavoro nero, detto anche lavoro irregolare, è l’attività svolta dal dipendente senza che lo stesso abbia firmato un regolare contratto di lavoro e, dunque, senza che il suo datore abbia comunicato l’assunzione al Centro per l’impiego, all’INPS e all’INAIL.Nell’ipotesi di lavoro nero, non è soltanto lo Stato a subire un danno, il quale è determinato dal mancato recupero delle tasse, bensì anche il lavoratore irregolare,...

Per l’impugnazione del licenziamento (sul tema v. anche qui e sul tema impugnazione licenziamento ai tempi del covid v. qui) sono necessari due passaggi fondamentali: il primo, stragiudiziale, consiste nell’invio di una lettera di contestazione al datore di lavoro, per la quale ci si può rivolgere ad un avvocato giuslavorista, sebbene il modello sia facilmente reperibile in diversi siti internet; il secondo, giudiziale, consiste invece nel...

In caso di lavoro nero, per tutelarsi, il lavoratore può avviare una vertenza di lavoro, vale a dire una contestazione avanzata contro l’azienda che lo abbia assunto irregolarmente, ossia senza un contratto, senza avergli versato i contributi ai fini pensionistici e senza averlo assicurato all’Inail per gli infortuni. In primo luogo, con la vertenza di lavoro, il lavoratore può fare accertare il proprio rapporto lavorativo: difatti,...

Avvocato Giuslavorista è il professionista legale esperto nel diritto del lavoro. Il diritto del lavoro si divide in diverse aree: il diritto del lavoro sostanziale (privato e pubblico), il diritto del lavoro previdenziale (per le questioni che attengono i rapporti con INPS e INAIL) e il diritto sindacale (che si occupa di tutte le questioni che riguardano diritti sindacali. L'avvocato giuslavorsita conosce tutte le aree del diritto del...

In questo articolo affrontiamo il tema del licenziamento nel caso di rifiuto del dipendente del vaccino anticovid e cerchiamo quindi di capire se sia legittimo il licenziamento per rifiuto del vaccino anticovid (per una panoramica della situazione dei licenziamenti durante il covid v. qui oppure qui per un articolo su questo stesso sito). Se esistono tante norme che obbligano i cittadini alla vaccinazione questo non è certamente...

In questo articolo affrontiamo il caso di un licenziamento avvenuto in seguito a un controllo delle  mail nel pc del dipendente (sul punto si veda anche un articolo nel nostro sito istituzionale, oppure su questo stesso sito). In particolare, secondo la cassazione n. 25977 del 16 novembre 2020, la condotta della società che consista nell'aver verificato il pc del dipendente che lo ha utilizzato per accedere...

Con il DL c.d. "Cura Italia" del 17 marzo 2020, n. 18 l'Esecutivo, per preservare i posti di lavoro naturalmente coinvolti dall' interruzione delle attività economiche a causa della epidemia Covid-19 e dei provvedimenti di lockdown adottati dal Governo, ha sancito il divieto di licenziamento per determinate fattispecie, descritte all'articolo 46, stabilendo che:"A decorrere dalla data di entrata in vigore del presente decreto l'avvio delle procedure...

Su proroghe e rinnovi del contratto a termine è intervento il Decreto n. 104/2020 (cd. “Decreto Agosto”), entrato in vigore lo scorso 15 agosto 2020, che ha riscritto nuovamente la disciplina delle condizioni per proroghe e dei rinnovi dei contratti a termine nel contesto dell’emergenza epidemiologica, da un lato, sostituendo la precedente disposizione di riferimento, contenuta nell’art. 93, co. 1, del Decreto Rilancio, dall’altro abrogando la...

Un comportamento extralavorativo, come il diverbio con il superiore gerarchico al di fuori dell'orario lavorativo, può costituire giusta causa di licenziamento?Secondo la giurisprudenza si, perchè perchè il dipendente deve astenersi da qualsiasi comportamento atto a pregiudicare l'esecuzione ed il corretto svolgimento di dette disposizioni nel quadro della organizzazione aziendale (v. anche questo articolo interessante sull'utilizzo delle chat). Inoltre, il carattere extralavorativo di un comportamento non ne...

Utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano cookie sul tuo dispositivo. I cookie sono utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sulla navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Puoi scegliere se abilitare i cookie statistici e di profilazione. Privacy Policy