Contattaci

02 2440278

Orario

lun-gio 10 - 13 | 15 - 19 ven 10-13

Email

milano@dirittilavoro.it

Home Articles posted by Andrea (Page 11)

Author: Andrea

Licenziamento per giusta causa: ai fini della valutazione della gravità della condotta e, quindi, della proporzionalità fra fatto addebitato e recesso, rileva il pregiudizio anche solo potenziale, purché concreto e non meramente ipotetico, derivante dalla condotta del lavoratore, che va valutata tenendo conto della specificità delle mansioni assegnate, anche a prescindere da eventuali tipizzazioni del contratto collettivo. Cass. Sez. Lav. 4 agosto 2015, n. 16336 - Pres. Vidiri; Rel. Doronzo; P.M. Ceroni; Ric. C.C.S. a.r.l.; Controric. G.M. Con la sentenza in commento...

La giusta causa di licenziamento ricorre, oltre che nel caso di inadempimento tanto grave da giustificare la risoluzione immediata del rapporto di lavoro, anche nell'ipotesi in cui il lavoratore ponga in essere condotte extralavorative che, seppure formalmente estranee alla prestazione oggetto di contratto, nondimeno possano essere tali da ledere irrimediabilmente il vincolo fiduciario tra le parti. Ciò in quanto il lavoratore è tenuto non solo a fornire la prestazione richiesta, ma anche, quale obbligo accessorio, a non porre in essere,...

La Corte di Giustizia dell'Unione Europea ha adottato una decisione in tema di orario di lavoro che non mancherà di riverberare i suoi effetti sull'organizzazione del lavoro dei trasfertisti e sul loro trattamento economico e normativo, in Italia affidato prevalentemente alla contrattazione collettiva. Il caso di specie riguardava il tempo di spostamento dal domicilio alla clientela di tecnici occupati nell'installazione e nella manutenzione di impianti di sicurezza in abitazioni private e in locali aziendali. Ad avviso della Corte il fattore determinante...

Cerchi un Avvocato del Lavoro specializzato? Sei nel Sito giusto! DirittiLavoro Studio Legale è costituito da un Team di avvocati del lavoro che si occupano esclusivamente di diritto del lavoro e garantiscono assistenza di qualità e in tempi rapidissimi. Il nostro Studio Legale del Lavoro ha sedi in Milano, Torino, Bergamo e Roma. Se la domanda che ti poni è quindi "cerco un avvocato del lavoro" basta contattare una delle nostre sedi per fissare un appuntamento con un nostro Avvocato del...

LICENZIAMENTO PER SUPERAMENTO DEL COMPORTO "Il lavoratore assente per malattia e impossibilitato a riprendere servizio non ha l'incondizionata facoltà di sostituire alla malattia il godimento di ferie maturate quale titolo della sua assenza, allo scopo di bloccare il decorso del periodo di comporto, ma il datore di lavoro, nell'esercizio del suo diritto alla determinazione del tempo delle ferie, dovendo attenersi alla direttiva dell'armonizzazione delle esigenze aziendali e degli interessi del datore di lavoro (art. 2109 c.c.), è tenuto, in presenza di...

Nuovi limiti di pignorabilità dello Stipendio: con l'intervento estivo del 6 agosto 2015 sono stati rivisti i limiti sulla pignorabilità degli stipendi. Più in particolare, con riferimento alle Pensioni (e alle indennità che sono corrisposto in luogo di pensione o di altri assegni di quiescenza), sono impignorabili per un ammontare corrispondente a una volta e mezza la misura massima dell’assegno sociale, vale a dire, per l’anno 2015, nella misura pari a € 672,78. La parte eccedente tale ammontare è pignorabile nei...

Parlare della funzione dell’ Avvocato Diritto del Lavoro nella società contemporanea è parlare della sua importanza e essenzialità nella tutela dell’effettivo rispetto dei diritti della persona e dei suoi interessi legittimi nel dispiegarsi della propria attività lavorativa e professionale, in modo che siano rispettati tutti i diritti consacrati nella Carta costituzionale. Conseguentemente l’ Avvocato di Diritto del Lavoro, in quanto libero professionista, è al diretto servizio della Costituzione e delle libertà fondamentali. In tempi odierni, afflitti da una crisi economica,...

Estratto da Guida al Lavoro, del 23 giugno 2015. Articolo di GIANNI BOCCHIERI, Direttore Generale Assessorato, Istruzione, Formazione e Lavoro Regione Lombardia. La più importante modifica alla disciplina generale comune a tutte le tipologie di apprendistato riguarda l'estensione della tutela indennitaria ai licenziamenti ingiustificati, con l'ulteriore specificazione che il mancato raggiungimento degli obiettivi formativi del contratto di apprendistato per la qualifica, il diploma e la specializzazione professionale costituisce giustificato motivo di licenziamento. Inoltre, il provvedimento definisce meglio gli oneri rispettivamente a carico del...

A partire dal 1 gennaio 2016, con l'intervento normativo chiamato jobs act, vengono abrogate le disposizioni contenute nella legge Biagi sul contratto a progetto. In particolare, il jobs act prevede che "ai rapporti di collaborazione che si concretano in prestazioni di lavoro esclusivamente personali, continuative e le cui modalità di esecuzione sono organizzate dal committente anche con riferimento ai tempi e al luogo di lavoro" troveranno applicazione le disposizioni sul contratto di lavoro subordinato. Ciò significa, in sostanza, non solo che viene...

La circostanza che la condotta di mobbing provenga da altro dipendente in posizione di supremazia gerarchica rispetto alla vittima, non vale ad escludere la responsabilità del datore di lavoro su cui incombono gli obblighi di cui all'art. 2049 c.c., ove questo sia rimasto colpevolmente inerte alla rimozione del fatto lesivo o che abbia tollerato la condotta mobbizzante. Cass., sez. lav., 15 maggio 2015, n. 10037Pres . Stile; Rel. Napoletano da Guida al lavoro n. 25/15. Articolo di ANTONELLA IACOBELLIS Associate Dla Piper...