Contattaci

02 2440278

Orario

lun-gio 10 - 13 | 15 - 19 ven 10-13

Email

milano@dirittilavoro.it

Home Articles posted by Andrea (Page 10)

Author: Andrea

La nuova procedura per rassegnare le dimissioni articolo estratto da Guida al Lavoro, n. 3/16 La nuova procedura dovrà essere seguita da tutti i lavoratori dipendenti che vorranno rassegnare le dimissioni a decorrere dal 12 marzo 2016. La procedura dettata dal decreto sarà obbligatoria, ai fini dell'efficacia dell'atto, anche a fronte di risoluzione consensuale del rapporto di lavoro mentre non sarà necessaria a fronte di: 1) dimissione della madre o del padre lavoratore ai sensi dell'art. 55, co. 4, D.Lgs. 151/20011 in quanto...

Costituisce mobbing la condotta del datore di lavoro, sistematica e protratta nel tempo, tenuta nei confronti del lavoratore nell'ambiente di lavoro, che si risolva, sul piano oggettivo, in sistematici e reiterati abusi, idonei a configurare il cosiddetto terrorismo psicologico, e si caratterizzi, sul piano soggettivo, con la coscienza ed intenzione del datore di lavoro di arrecare danni - di vario tipo ed entità - al dipendente medesimo. Cass. Sez. Lav. 8 gennaio 2016, n. 158 - Pres. Macioce; Rel. D'Antonio; P.M....

L'articolo 2 del D.Lgs. 15 giugno 2015, n. 81, comma 1, dispone che, a far data dal 1° gennaio 2016, si applica la disciplina del rapporto di lavoro subordinato anche ai rapporti di collaborazione che si concretano in prestazioni di lavoro esclusivamente personali, continuative e le cui modalità di esecuzione sono organizzate dal committente anche con riferimento ai tempi e al luogo di lavoro. Il comma 2 precisa che tale disposizione non riguarda le collaborazioni rese a fini istituzionali in favore...

ASDI, definiti i criteri in attesa della circolare Inps articolo estratto da guida al lavoro, n. 4/16, di GIANNI BOCCHIERI Per poter beneficiare dell'ASDI, il lavoratore che ha percepito la Naspi per tutta la sua durata deve risultare ancora disoccupato e componente di un nucleo familiare, in cui sia presente almeno un minore di 18 anni o abbiano un'età pari o superiore a 55 anni e non abbiano maturato i requisiti per la pensione, o abbiano un indicatore ISEE pari o...

Distacco dei lavoratori nei gruppi di imprese: l'interesse è "presunto" come nei contratti di rete articolo di GIAMPIERO FALASCA estratto da guida al lavoro n. 5/16 Con risposta a interpello n. 1 del 20 gennaio 2016 il Ministero del lavoro fornisce, su sollecitazione di Confindustria, alcuni importanti chiarimenti in merito all'interpretazione del distacco all'interno dei gruppi di imprese, elaborando un'interpretazione che - se fosse confermata dalla giurisprudenza - consentirebbe di gestire in maniera molto flessibile il personale all'interno delle società che...

Uso improprio della mail aziendale e licenziamento Articolo di PIETRO GREMIGNI estratto da Guida al Lavoro n. 45/15 Consulente aziendale La sentenza della Corte di Cassazione n. 22353 del 2 novembre 2015 è stata ripresa dalla Fondazione dei Consulenti del lavoro con uno specifico parere del 2 novembre 2015. Vediamo allora di fare il punto di questa problematica sempre più all'ordine del giorno nelle realtà aziendali, visto l'incremento dell'utilizzo della mail sia come strumento di lavoro che come mezzo di comunicazione personale da...

E' illegittimo il licenziamento per superamento del periodo di comporto intimato dopo la riammissione in servizio del lavoratore. Articolo tratto da Guida al Lavoro, n. 43/15 di Davide de Giorgi La Corte di Cassazione prende posizione su uno dei temi più rilevanti a livello aziendale, e cioè quello relativo all'esistenza o meno di un diritto di "ripensamento" del datore di lavoro che, in un primo momento riammette in servizio il dipendente, pur a seguito del superamento del periodo di comporto, e solo...

Il "nuovo" contratto a progetto: riemergono le collaborazioni coordinate e continuative. articolo estratto da Guida al Lavoro, n. 43/15 di Gabriele Bonati L'art. 2 del D.Lgs. n. 81/2015 (riforma delle tipologie contrattuali), ha stabilito che, a far data dal 1° gennaio 2016, si applica la disciplina del rapporto di lavoro subordinato anche ai rapporti di collaborazione che si concretino in: prestazioni di lavoro esclusivamente personali, continuative, le cui modalità di esecuzione siano organizzate dal committente anche con riferimento ai tempi e al luogo di lavoro. Al...

Lavoro accessorio e disoccupazione: cumulabilità (articolo estratto da Guida al Lavoro, n. 41/15) di ROSSELLA QUINTAVALLE Consulente del lavoro in Roma La disciplina del lavoro accessorio Il D.Lgs. n. 81/ 2015, emanato in attuazione della legge n. 183/2014, ha abrogato e sostituito integralmente gli articoli da 70 a 73 del D.Lgs. n. 276/2003, rivisitando l'intera disciplina del lavoro accessorio attraverso gli articoli dal 48 al 50, nell'ottica di definire la possibilità del ricorso a prestazioni di lavoro accessorio per le attività lavorative in tutti...

Malattia, scarso rendimento e licenziamento: su questi temi è recentemente intervenuta un'ordinanza del tribunale di Milano. Il Tribunale ha statuito che, in linea teorica, è consentita al datore di lavoro la possibilità di intimare un licenziamento se la malattia del lavoratore ne determina uno scarso rendimento. In questo caso, però, il datore di lavoro deve allegare e provare in corso di causa che, di fatto, la prestazione resa dal lavoratore nei giorni di presenza in azienda è inutile. Viene ricordato come: «secondo i...